rDopo aver partecipato alle ultime due edizioni di Equip’Hotel, Midiscom e Olfaxis preparano già la prossima edizione del 2016 e puntano decisamente sui servizi di marketing sensoriale.

LE CIFRE
Secondo le cifre ufficiali di Federalberghi 2015, in Italia sono presenti 33.728 hotel per 2.250.704 posti letto.
La domanda che si pone ogni potenziale ospite è: come trovare l’hotel giusto tra così tante opzioni.

L’EXPERIENCE CLIENT O IL BOOM DELL’ E-COMMENT
Oggi l’affluenza negli hotel dipende in larga parte dalle recensioni dei clienti.
Di fatto, con l’esplosione delle prenotazioni internet e delle “ recensioni online”
(es. TripAdvisor, Booking, Yelp) è cambiata la procedura di scelta e prenotazione.
Secondo uno studio condotto da Médiamétrie, il 90% dei consumatori usano internet per scegliere il loro hotel e più del 60% leggono in particolare le recensioni prima della finalizzazione. Cifre che rendono l’experience client il fattore decisivo per le analisi dei responsabili marketing.
Per sedurre i clienti alcuni gestori degli hotel hanno aggiunto progressivamente nuovi servizi: prestazioni personalizzate, maggiori confort, servizi free come il wi-fi. Evoluzioni che si sono ben presto generalizzate finendo di fatto per uniformare l’offerta.
Come quindi differenziarsi e presentare un’immagine positiva ai clienti sin dal loro ingresso in hotel, così da poterli fidelizzare senza impegnare costi eccessivi e magari di poco appeal?

blogIL MARKETING SENSORIALE: SEDURRE E FIDELIZZARE
Il marketing sensoriale è l’insieme delle tecniche di marketing dedicate ai 5 sensi. Il vantaggio di questi servizi è quello di far immergere completamente i clienti nell’universo e nell’atmosfera tematica della struttura, coinvolgendone tutti i sensi.
Per un hotel che volesse mettere in avanti una sensibilità di tipo ecologico, si creerà un’atmosfera sonora, genere piuttosto cool, dai suoni naturali unita ad una profumazione di piante e boschi odorosi che immergeranno gli ospiti in un ambiente per lo più “green”.

Per un albergo invece che volesse trasmettere una certa idea di modernità e innovazione, si potranno predisporre apposite postazioni nella hall, permettendo libero accesso a tablet e touchscreen. La diffusione di profumo di ambra e pepe, immergerà gli ospiti in un’atmosfera decisamente “tech” e addirittura “geek” .

CONCLUSIONE
Malgrado un tasso di frequenza in leggero calo in questi anni, il comparto dell’ospitalità resta comunque un settore trainante. L’importanza della client experience già decisiva si accresce sempre più con l’evoluzione del web 2.0. Per questo il marketing sensoriale diventa uno strumento indispensabile per immergere i vostri clienti nell’universo tematico del vostro hotel.